Da Valore Salute


Mangiare male uccide più del fumo

"Mangiare male uccide più del fumo, della pressione alta e di qualunque altro fattore di rischio". Questa la conclusione di uno studio pubblicato su The Lancet, al quale hanno contribuito oltre 130 scienziati di quasi 40 Paesi del mondo, coordinati da Ashkan Afshin dell'Institute for Health Metrics and Evaluation (IHME) dell'università di Washington. Secondo gli autori, a livello globale una morte su 5 è riconducibile ad un'alimentazione scorretta. Nello specifico, nel 2017 i morti per malattie cardiovascolari, tumori e diabete associati all'alimentazione sono stati 10,9 milioni, contro gli 8 riferiti al tabacco e ai 10,4 da ipertensione.

Optima Salute: in farmacia il numero di Dicembre 2...

Nel numero di Dicembre 2019 - Gennaio 2020: Un regalo Bio per il Pianeta. Dossier - Pelle al freddo. Sos dolori muscolari. Buon Natale, mamma! Nutraceutici, elisir di benessere. Mal di...

Obesità: nuove soluzioni

Dal recente "Studio sulla qualità della vita", realizzato dal Prof. Felipe Casanueva dell'Università di Santiago de Compostela e pubblicato sulla rivista scientifica...

Chirurgia estetica: i trend 2019

Quali sono le parti del corpo che gli italiani vogliono "correggere" di più? Secondo gli esperti di Top Doctors® tra i trend emergenti spiccano gluteoplastica e addominoplastica, ...

Frutta e verdura: se le prescrivesse il medico?

Secondo uno studio pubblicato su Plos Medicine, l'introduzione di una prescrizione medica che dia diritto ad uno sconto sull'acquisto di cibi sani e naturali come frutta e verdura, potrebbe...

Smartphone vietato ai bambini

L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha diffuso le nuove linee guida per il corretto sviluppo dei bimbi con meno di cinque anni. Tra queste troviamo: più attività fisica, fin...

Celiachia: sempre meno diagnosi

Nel 2017 sono stati registrati solo 8.000 casi in più di celiachia rispetto all'anno precedente, il tasso di crescita più basso dal 2008 ad oggi. Lo comunica l'Associazione Italiana...

Apnee notturne: un rischio da non sottovalutare

Sette italiani su dieci sono considerati a rischio OSAS, acronimo di "sindrome delle apnee ostruttive del sonno", più comunemente dette apnee notturne. Una patologia ancora poco...

Malattie reumatologiche in aumento

Sempre più anziani sono alle prese con le malattie reumatologiche: tra gli over 65, che soffrono di patologie croniche, il 38% è colpito da artrosi o artrite e il 19%, invece, da...