Da Valore Salute


Nel letargo degli orsi una risposta all'atrofia muscolare

Il letargo degli orsi Grizzly potrebbe aiutare a trovare un sistema per prevenire l'atrofia muscolare degli esseri umani. A dirlo è uno studio pubblicato su Scientific Reports da un team di ricercatori coordinati dal Centro di medicina molecolare Max Delbrueck di Berlino. La ricerca ha analizzato come i muscoli dell'orso riescano a sopravvivere a mesi di letargo senza riscontrare danni o disturbi al risveglio. È emerso che alcune proteine influenzano fortemente il metabolismo degli aminoacidi e le cellule muscolari contengono quantità più elevate di alcuni aminoacidi non essenziali. In un confronto genetico tra orsi, topi e uomini (anche pazienti colpiti da atrofia muscolare), gli studiosi hanno notato l'azione di un particolare gruppo di geni. Tra questi, i geni Pdk4 e Serpinf1, che sono coinvolti nel metabolismo del glucosio e degli aminoacidi, e il gene Rora, che contribuisce allo sviluppo dei ritmi circadiani.

Optima Salute: in farmacia il numero di Luglio-Ago...

Nel numero di Luglio-Agosto 2020: Speciale Valore Salute: Smart Life: il lato positivo del lockdown. Dossier: Un'estate in mezzo alla Natura. Ipertensione & ipotensione. Consigli...

Screening oncologici post lockdown

Secondo uno studio di Nomisma, saranno quasi 4 milioni gli screening oncologici che dovranno essere effettuati entro dicembre per mettersi "in pari" dopo lo stop imposto dal lockdown. La...

L'importanza della sveglia

Vi sentite goffi al mattino? La tonalità della sveglia potrebbe fare la differenza. Almeno secondo quanto indicato dalla ricerca dell'australiana Rmit University, pubblicata sulla rivista Plos ...

Gli occhi non sono lo specchio dell'anima

Se pensavate che per capire una persona basta guardarla negli occhi, a quanto pare, vi sbagliavate. Secondo una ricerca dell'Ohio State University, infatti, le espressioni facciali non...

Un test del sangue per scovare i tumori

È straordinario il risultato riportato sugli Annals of Oncology e raggiunto dall'azienda statunitense US Oncology: un test del sangue in grado di individuare oltre 50 tumori in fase precoce,...

Nasce l'Istituto Italiano per la Salute Globale

Al giorno d'oggi le vittime della cattiva alimentazione sono più di quelle di droga, fumo e alcol messi insieme. Se a questo aggiungiamo il problema della sostenibilità e della crescita ...

Meno sonno, più Alzheimer

Dormire poco o male, si sa, ha effetti negativi su tutto il nostro organismo, a partire dal sistema cardiovascolare e immunitario, fino al cervello. In occasione dell'ultimo Future of Health Summit...

Diabete 2: arriva un nuovo farmaco

Buone notizie per gli oltre 4 milioni di italiani con diabete tipo 2. È, infatti, ora disponibile anche in Italia, rimborsato dal Servizio Sanitario Nazionale, un farmaco di ultima...